Non rammento, ieri è ormai sparito. Senza ieri oggi non ha senso. Chi sei tu, se sei dimenticato? Chi sei tu, se non la somma dei tuoi ricordi? -Cecilia Dart-Thornton – La ragazza della torre

Se volete fare un viaggio attraverso miti e leggende Inglesi, Irlandesi, Scozzesi e Celtiche non vi è niente di meglio del primo libro della trilogia fantasy scritta da Cecilia Dart-Thornton: La ragazza della torre.

Quando ho iniziato a leggerlo pensavo fosse uno dei soliti libri, che se sono nello scaffarele più sconfinato di un’intera biblioteca, forse, il motivo è che così bello che nessuno lo legge, e invece, mi sono resa conto che una volta superato il primo capitolo non potevo far a meno di leggere e leggere e leggere.

Ti incolli dal primo libro fino alla fine della trilogia. Suggerisco di non bloccarsi come stavo per fare io all’inizio del libro, che sembrava lento e noioso appena cominciato ma che sfocia in una storia meravigliosa e che insegna il cosidetto “mai arrendersi”

“Cercavo un viso da mostrare al mondo senza vergogna, il mio nome e il mio passato”

“Senza inizio e senza fine, la pioggia cadeva incessante, simile ad un tamburellare di dita impazienti. La creatura conosceva soltanto quel suono e l’ansito raspante del proprio respiro, non aveva idea della propria identità, né serbava ricordo di come fosse giunta in quel luogo, da cui uno scopo vago e informe la sospingeva verso l’alto, nell’oscurità, inducendola a strisciare su strati di pietra e in mezzo a rami grondanti. Talvolta dormiva o forse perdeva soltanto conoscenza. La pioggia smise di cadere. E il tempo continuò a scorrere.”

Ed è un peccato perchè non lo trovo come libro molto conosciuto, mentre penso che ne valga veramente la pena di riuscire a farlo conoscere a più persone possibili.

Trama :”Mentre i Cavalieri della Tempesta atterrano coi loro stalloni alati sulla maestosa Torre di Isse, portando ricchezza e prosperità ai nobili dei Dodici Casati, i servi che lavorano nelle viscere della Torre mitigano la loro fatica quotidiana raccontandosi storie e leggende sugli esseri soprannaturali che popolano le sterminate foreste di Erith, un mondo che nessuno di loro ha mai potuto esplorare. Sembra infatti che laggiù si nascondano innumerevoli creature, animate dall’unico scopo di ingannare e uccidere gli uomini: alcune hanno il potere di cambiare forma – come l’Each Uisge –, altre possiedono una malizia letale – come i druegar, una razza di nani neri dagli occhi di fuoco – e altre ancora sono sottili come giunchi, pallide come la nebbia, delicate come le ninfee… ma determinate ad annegare chiunque risponda al loro richiamo. Ad ascoltare queste storie, nascosta nell’ombra, c’è anche una persona muta, dal volto orrendamente deforme e dal passato misterioso, che i servi superstiziosi evitano e disprezzano. Eppure soltanto lei avrà il coraggio di fuggire dalla schiavitù della Torre e affrontare davvero tutte le creature di cui ha sentito parlare, spinta unicamente dal bruciante desiderio di scoprire se qualcuno può guarirla e svelarle il segreto dei suoi ricordi perduti. Il suo viaggio sarà lungo e difficile, punteggiato da insidie in agguato a ogni svolta della strada e dietro ogni albero, ma di certo la porterà a conoscere l’amicizia e forse addirittura l’amore…”

Non bloccatevi a quello che potrebbe sembrarvi e non fermatevi alla prima idea che vi si forma quando inizierete a leggerlo, perchè sarà tutto sbagliato. Lo svolgimento del libro lo potrete comprendere solo a fine libro per la quale ripenserete a ciò che affermavate di aver capito e esclamerete come me che la realtà del libro è davvero ben nascosta.

E ora che aspettate? Ditemi che ne pensate e se lo leggerete. Se avete domande a tal proposito sono sempre ben accette!

A-

Advertisements

Un pensiero riguardo “Non rammento, ieri è ormai sparito. Senza ieri oggi non ha senso. Chi sei tu, se sei dimenticato? Chi sei tu, se non la somma dei tuoi ricordi? -Cecilia Dart-Thornton – La ragazza della torre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...