Calduccio e profumino

Dopo mesi di oddio è caldo, oddio è freddo, ah no è caldo. Cosa mi mettooooo???? *lancia per aria cappotti e sciarpe*

Ideaaaa!!! Mette il pigiama, prende una sedia, la posiziona davanti al forno, accende il forno.

Cosa c’è di meglio di una pancia piena e del calduccio del forno?. Del profumo di rosmarino e di un bel pezzo di pane bello caldo con sopra un filo di olio e sale?

Una crescenta sale grosso e rosmarino  e pane al forno di casa?

Ingredienti:

  • farina 00 250g
  • farina 0 250g
  • acqua tiepida 300ml
  • 1/4 di livito
  • zucchero -> una punta di cucchiaino
  • olio
  • sale
  • rosmarino – un rametto

E’ pieno pomeriggio e fuori tra nebbia, freddo e umidità, ci si deprime insomma. Vedo mio padre che nel frattempo pone sul tavolo: farina, zucchero, acqua, lievito, zucchero, sale e  io osservo mentre inizia a lavorare.

Prende l’impastatrice(non immaginate la rivoluzione che apporta quando la si compra, meno tempo perso nell’impastare a mano e meno male alle braccia!) e ci versa dentro le due farine azionando la macchina così che si setacci bene e non crei grumi(a mano si può fare con un setaccio o scolino). Aggiunge all’impasto una quantità di olio sufficente(con il tempo riuscirete a regolarvi anche voi – per ora aggiungetene giusto un po’), il lievito sciolto in acqua tiepida con una punta di zucchero e lascia impastare a lungo per circa 10-15 min e solo verso la fine aggiunge un po’ di sale che sennò risulterebbero davvero insipidi!

Una volta finito di impastare, prende l’impasto e lo pone su un tagliere già spolverato di farina(così che non si attacchi!) e continua per un po’ a impastare così da inglobare un po’ di aria all’interno della pasta e lo lascia riposare per qualche ora! (passaggio raccomandato per far si che la pasta diveniti più digeribile).

Passate due orette si torna in cucina, prende la pasta la reimpasta ancora una volta e la divide in due.

-parte 1: la pasta viene stesa per il lungo su carta da forno posta dentro una teglia. Viene ricoperta da un po’ di olio e aggiunto sale grosso e rosmarino.

-parte 2: alla pasta viene data una forma di pagnotta che spazia dal filoncino al barilino(un po’ la forma che si vuole dare al pane) e posta anche questa su carta da forno messa o in una teglia o su una griglia che si incastri in forno.

Ancora una volta li lascia lievitare per qualche ora, così che, aumentano ancora le dimensioni e la digeribilità.

Nel frattempo si può decidere di scaldare il forno, in base al forno che si ha, raccomandato sopratutto quello ventilato, in quanto diffonde il calore in modo uniforme. Si scalda al massimo, con l’aggiunta di un pentolino di acqua sul fondo del forno, che renderà morbida la cottura. Una volta raggiunta la temperatura, si porta a 180°.

Cuoce il tutto, passate le ore di lievitazione, per circa 20 min.

Si fa presto a vedere quando un pane o una crescenta sono pronti, basta infilzarli con uno stuzzicadente, che se non presenterà rimasugli di pasta dimostrerà l’impasto pronto.

Ed ecco a voi pane e crescenta pronti in un pomeriggio! E mentre mio padre è in un’altra stanza a controllare le sue cose *prende un coltello taglia una fetta di crescenta, riunisce i due pezzi tagliati così che non si noti nulla* E buon appetito!!! 😛

-A.

Annunci

2 pensieri riguardo “Calduccio e profumino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...