Nel mulino che vorrei Hakushaku to yōsei e il mondo delle fate

E se un giorno ti trovassi a una festa su una nave, e vedessi un ragazzo bellissimo scappare? E se mentre esci dalla tua camera lui ti spintonasse dentro tappandoti la bocca per non parlare, supplicandoti di fare silenzio, dicendo chè persone cattive lo inseguono e di aiutarlo, quando in realtà lui che scappa sarà quello che ti  rapisce? Cosa faresti?

Lydia Carlton è una ragazza di 17 anni con delle doti molto particolari: riesce a vedere le fate e a comunicare con loro. Proprio per queste sue capacità, ereditate da sua madre, diventa un “medico delle fate”, persone mediatori tra fate e uomini. Tuttavia a causa di ciò viene considerata spesso, da chi le sta accanto, una ragazza strana e viene evitata da tutti. Questo stato di isolamento non le impedisce tuttavia di essere gentile e generosa nei confronti del prossimo. Mentre era su una nave per andare a trovare il padre a Londra assieme a Nico, il suo inseparabile gatto parlante, trova nella sua stanza un giovane ragazzo dai capelli castani e occhi color viola malva.Questo sconosciuto le chiede di aiutarlo. Accettando, fugge assieme a lui e viene portata su un’altra nave sempre diretta a Londra.
Qui scopre che il ragazzo castano in realtà ha i capelli biondi e che è un conte di nome Edgar J. C. Ashenbert, autoproclamatosi Conte Cavaliere Blu. Egli rivela alla giovane che vuole trovare la nobile spada dei Merrow e che ha bisogno del suo aiuto per decifrare alcuni indizi, scritti nella lingua delle fate.E finirà così col diventare il personale fairy doctor del conte nonostante la paura della pericolosità di lui e i continui guai in cui si cacceranno. Persone pericolose li inseguono e il conte non mancherà mai di trovare modo di proteggerla, anche grazie al suo fedele maggiordomo.

Ci troviamo in epoca vittoria in Inghilterra. Scesanari tipici di quelle terre, arricchiti da elementi fantasy, come appunto, le fate.

Hakushaku to yōsei (lett. “Il conte e la fata”), è una serie di 33 light novel scritta da Tani Mizue e illustrata da Asako Takabosh. In settembre 2008 è iniziata la pubblicazione di un adattamento manga disegnato da Ayuko e l’adattamento anime di Hakushaku to yōsei è stato trasmesso da settembre a dicembre 2008. Inoltre è stata pubblicata una visual novel per la PlayStation 2 il 30 aprile 2009.

L’anime è per ora in lingua originale con sottotitoli italiano e inglese. La differenza tra le rappresentazioni di questa opera sono legate a uno dei personaggi.

Colonna sonora
Tema di apertura
“FEELING”, musica di SHIGERU, testo di KAB, cantata da AciD FLavoR
Tema di chiusura
“My fairy”, musica di UZA, testo di SHIGERU, cantata da Hikaru Midorikawa
“FEELING” cantata da AciD FLavoR (ep. 12)

La sigla di chiusura dell’anime “My fairy” è cantata da Hikaru Midorikawa, il doppiatore di Edgar che tra l’altro canta anche la sigla “Kiss for you” del videogioco-visualnovel di Hakushaku to Yousei per la PlayStation2.

Lo suggerisco come anime, per me è molto bello. E’ capace di ispirare fantastici sentimenti e di capire che dietro un bel viso e tutta la durezza di un carattere vi può essere un grande cuore.

E voi lo conoscete? Lo vedrete mai? fatemelo sapere con un commento qui, su face o su twitter! 🙂

A.

Advertisements

2 pensieri riguardo “Nel mulino che vorrei Hakushaku to yōsei e il mondo delle fate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...