The Wild Hunt, la leggenda della caccia selvaggia in Europa e Italia

siti web

 
Da Europa settentrionale, centrale e occidentale esiste un mito che non tutti conoscono: un corteo di esseri sovrannaturali che attraverso, talvolta, il cielo e, talvota, la terra avanza per una battuta di caccia con cavalli, segugi e battitori.

Risultati immagini per caccia selvaggia

Odino dalla Scandinavia, Re Artù dalla Britannia, Carlo Magno dalla Francia, Nuanda dall’Irlanda, Arawn dal Galles, Re Waldermar dalla Danimarca, Exercito antiguo dalla Spagna e Wotan con l’esercito furioso dalla germania.

Questi individui in un brutale corteo attraversano le notti di tempesta formando un gruppo di forze ctonie o del male.

Si narra che chi è testimone della Caccia selvaggia sarà partecipe di un presagio di catastrofi e sciagure e che i mortali che si troveranno sul cammino di questi saranno destinati a essere uccisi, rapiti e portati nel regno dei morti.

*lampi e fulmini*

Ma partiamo dalle origini perchè mai la mente umana deve arrivare a diffondere questa leggenda?

Partendo dalla Germania e dalla Britannia vediamo diffondersi in tutte le regioni europee questo mito partecipe di racconti e leggende. L’origine che si pensa abbia è dalla mitologia nordica: il dio Wotan (cioè Odino), nelle notti del Sacro Periodo (cioè quello che comprende i dodici giorni successivi al solstizio d’inverno) a cavallo di Sleipnir Dalle Otto Zampe, mostruoso cavallo grigio, guida il corteo delle anime dei soldati morti in battaglia, in una vorticosa corsa attorno alla Terra.

E tutto questo si pensa sia legato alla paura del buio e della paura di rimanere da soli nella notte lontani dal caldo focolare e dalla protezione della società.

E anche in Italia non siamo da meno:

soprattutto nell’area alpina, la Caccia selvaggia viene associata a lontane luci, scalpitio di zoccoli, abbaiare di cani, urla demoniache, e un forte sibilare del vento.

Il protagonista della caccia in questa zona si chiama Beatrik, e viene associato alla figura di Teodorico il Grande.

La leggenda col tempo è stata ssociata alla cristianità, che ne ha modificato i suoi connotati, soprattutto, nell’esito finale, utilizzandola a fini di ammonimento; in questa variante, l’intervento di un religioso riesce ad allontanare il corteo infernale.(Ovviamente.)

Opere in cui viene citata:

-La prima è l’ultima da cui ho preso ispirazione per scrivere questo determinato articolo è ancora una volta Teen Wolf con il cerbero .
Quindi dalla parte filmografia io conosco: Teen Wolf e Grimm
-Partendo dai grandi autori di libri abbiamo: la cavalcata dei morti di Fred Vargas, La trilogia di Fionavar di Guy Gavriel Kay, la Divina Commedia di Dante(con il cerbero messaggero di morte) e la Ruota del tempo di Robert Jordan.
-Libri fantasy: Shadowhunters di Cassandra Clare e i libri di Laurell K Hamilton
-Lato videogiochi: The Witcher.

E voi conoscete qualche altra fonte che ne parla?? Fatemi sapere la vostra sulla spaventosa caccia selvaggia qui sotto o nei social!

A.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...