Addio verruche: tre prodotti, gli unici che mi hanno fatto effetto.

rimedi

Vorrei raccogliere a una a una le dichiarazioni delle persone, che almeno una volta nella loro vita, osservando la propria mano si sono resi conto di avere una verruca.

Le verruche, per chi non lo sapesse, sono delle escrescenze che si formano sulla pelle…tipo piccole colline, che con il tempo diventono aride, rosse e se non si sta attenti, si moltiplicano e si attaccano ovunque(Ma può anche non succedere).

Un virus che difficilmente va via.

Anche io sono passata per questo problema fino a diventare veramente disperata, ma alla fine ho trovato una soluzione davvero efficace(o almeno nel mio caso).

Tutte quelle soluzioni che non hanno avuto effetto:

  • Le goccie per bruciare le verruche: “darla solo sulla verruca” pelle morta,  non si dovrebbe sentire dolore. Questo non è vero…il prodotto è in goccie, liquido, quindi si va ad appoggiare sulla pelle viva… Da dare per un bel po’ di tempo e al termine trattamento, con una pietra pomice bisogna levigare la verruca per farla venire via.
    Risultato: Numerose bruciature, andare in giro con la mano sensibile, che fa male, con brutte macchie bianche dovute alla sostanza, da tenere fino alla fine. Al termine del trattamento, dopo l’uso della pietra pomice… la pelle sanguina, e le verruche non vengono affatto via!
  • Il trattamento a freddo: Esistono dei prodotti da tamponare sulla verruca, per un minuto circa. Questi vanno a “congelare la verruca” e dopo tot passaggi, la fanno staccare.
    Risultato: Il tampone molte volte è troppo grande…e vai a colpire la zona circostante la verruca (pelle viva) e non vi dico il dolore che si sente…
  • Olio essenziale di Thuja:

    La tuia (Thuja è un genere appartenente alla famiglia delle Cupressaceae originario dell’Alaska, della regione dei Laghi nordamericani, della Cina e del Giappone.Il nome del genere deriva dal greco θυία thyía (“cedro”) per il caratteristico odore del legno; in America viene chiamata arborvitae (dal latino, “albero della vita”). Cit. WIky

    Non è altro che l’estratto di questa pianta…indicatissimo per le verruche.
    Risultato
    Quando spalmi questo olio vieni investito dall’odore fortissimo che sprigiona e quasi stomachevole. La sensazione, è appunto, di spalmarsi olio puzzolente…il cui inizio è quasi un sentore di idratazione, che dopo pochi giorni finisce per seccarti tantissimo la pelle. A parte seccare la pelle, le verruche non fanno una piega. Qualcuno di voi che conosce la tuia, sa cosa ci si può fare per consumare l’olio?

     

     

  • Il metodo alternativo: farsi segnare le verruche con la Luna piena.
    Essendo la prima a cui piace pensare a un mondo pieno di magia e di soluzioni “sensitive” mi sono lasciata convincere a provare a segnare le verruche, con Luna piena.
    Risultato: Tre giorni di seduta. Uno studio con un diffusore di essenze molto speziate. Musica in sottofondo rilassante. Rumore di acqua che scorre. Parlare e parlare. In definitiva ho i chakra bloccati dall’ansia della vita é__é WTF la seduta si è conclusa con una di quelle polveri che si comprano in farmacia per i funghi della pelle. Entusiasmante no? :’) almeno le sedute erano gratis…ho messo ansia anche al tipo che segnava, convintissimo che con il suo metodo andassero via. Visto che dopo un mese non è successo nulla, non ci sono più tornata.

Insomma, ormai delusa e abbattuta ho provato l’ultima via…sono tornata in  erboristeria, e questa volta c’era una signora nuova. Parlando un po’ con lei, ho scoperto di non essere l’unica a cui quelle verruche davano filo da torcere.

Ed ecco cosa mi ha risolto il seccante problema…

Estratto idroalcolico di Uva ursina, Aloe e Tea tree Oil, Aloe e Colostro.

  1. L’estratto idroalcolico di uva ursina: Si presenta in boccettina con contagoccie. Viene utilizzato tantissimo per le infiammazione dell’apparato urinario. E’ un fortissimo antibatterico.
    Risultato: Mi era stato suggerito di metterne alcune gocce e spalmare fino all’assorbimento. La pelle rimane un po’ macchiata, appiccicosa fino a che non si spalma per bene e non la si fa assorbire.
UVA URSINA
La pianta è un piccolo arbusto dell’altezza di circa 30 cm con foglie sempreverdi che cambiano ogni tre anni e piccole bacche rosse dal sapore non molto gradevole.
Grazie alle sue proprietà antibatteriche e diuretiche è solitamente usata come rimedio contro le cistiti uretriti e infiammazioni/infezioni lievi dell’apparato urinario, nelle prostatiti.
Viene utilizzato come antisettico delle vie urinarie visto che il principio attivo (idrochinone) combatte l’adesione dei batteri alle pareti uroteliali e agevola il loro allontanamento da parte dell’urina.
l’Uva Ursina è impiegata come terapia nutraceutica(tipo integratore) e non anti-antibiotica, assieme ad altri prodotti naturali come Cranberry ed Echinacea per la cura della cistite e della cistite recidivante.
Se usato come prodotto di erboristeria, viene raccomandato l’uso delle foglie in tisana e in decotto, soprattutto se associate alla gramigna, al timo. È sempre consigliabile la prescrizione medica poiché si sono riscontrati casi di gastralgia e anche di intossicazione. cit.

Ogni sera prima di andare a dormire e ogni mattina, andavo ad applicare l’estratto. Una volta che questo si asciugava ci passavo una buona quantità di gel all’aloe e tea tree oil.

Vi lascio qui una foto del prodotto che usavo…

20160815_185042.jpg

Questo prodotto in particolare lo adoro perchè si può usare per altre mille cose, io lo utilizzo a volte anche per i becchi di zanzara. Ha una consistenza di vero e proprio gel,  con un odore pungente.

Aloe vera con Tea Tree Oil e Vitamina E

Siccome l’uva ursina e il gel, tendevano a seccarmi la pelle, a lungo andare, sebbene il secondo prodotto sia prescritto per “idratare”,  per lenirla mi aveva consigliato un piccolo gel all’aloe e colostro…che una volta spalmato, rinfrescava la cute e tornava a idratarla, senza sconvolgere l’azione dei prodotti precedenti.

Sì, anche io sentivo per la prima volta Colostro…ovviamente non so se tra di voi lettori vi è qualche madre…forse lo conoscete?

La consistenza era di gel semiliquido lattiginoso.

Anche questo lo ho usato a lungo e una volta terminato ho conservato il nome, è veramente potente!

Vi lascio qui una foto…20160815_184908.jpg

 

COLOSTRO

Il colostro (primo latte) è un liquido giallo sieroso, molto ricco d’immunoglobuline di classe A e cellule immunitarie (come i linfociti), secreto dalle ghiandole mammarie durante la gravidanza ed i primi giorni dopo il parto, composto principalmente da acqua, leucociti, proteine (fra le quali anche agenti immunologici), grassi e carboidrati.
Con il colostro la madre trasmette le proprie difese immunitarie al figlio, le quali lo proteggeranno nei primi mesi di vita. In medicina umana può essere somministrato colostro conservato di donatrici, oppure il colostro può essere sostituito da immunoglobuline purificate.
È un prodotto naturale che può essere prelevato a scopo di alimentazione umana e, dopo procedimenti di congelamento brevettati per mantenerne inalterate le qualità, viene trattato, lavorato e confezionato.
Cit.

ALOE VERA

È una pianta carnosa perenne a portamento arbustivo, alta sino ad un metro.
Le foglie sono disposte a ciuffo, semplici, lunghe 40–60 cm, lungamente lanceolate, con apice acuto, presentano cuticola molto spessa e sono carnose a causa degli abbondanti parenchimi acquiferi presenti al loro interno. Presentano spine solo lungo i lati.
  • Rigenerante: stimola la crescita dell’epitelio sulle ferite;
  • Proteolitica e cicatrizzante: dissolve e assorbe enzimaticamente le cellule morte o danneggiate stimolando il processo rigenerativo;
  • Antinfiammatoria: accompagna e aiuta a superare il processo infiammatorio;
  • Antipiretico: dà sollievo al bruciore da scottature, infiammazione e febbre;
  • Umettante: è idratante e favorisce la ritenzione di acqua nei tessuti della pelle;
  • Analgesica: dà sollievo al dolore, anche in profondità;
  • Fungicida: ostacola la crescita dei funghi;
  • Virostatica: ostacola la crescita dei virus;
  • Batteriostatica: ostacola la crescita dei batteri;
  • Emostatica: riduce la fuoriuscita di sangue nelle lesioni;
  • Antiprurito: dà sollievo nel prurito;
  • Disintossicante: aiuta la disintossicazione del corpo dalle impurità delle tossine;
  • Proprietà antitumorali (vedi anche Aloe arborescens)
La parte periferica della foglia contiene l’aloina, una droga antrachinonica con effetto lassativo e irritativo del colon e, si ritiene, abortivo in gravidanza. Per questo motivo è sconsigliato assumere per bocca preparati a base di aloe vera che contengano la parte esterna verde della foglia.
Cit.

TEA TREE OIL

L’olio essenziale di tea tree, noto anche come olio essenziale di melaleuca o tea tree oil, viene estratto dalle foglie dell’albero di Melaleuca alternifolia, specie vegetale originaria dell’Australia.
Grazie alle sue proprietà curative e disinfettanti, esso viene impiegato sia nella cosmesi naturale che nella detergenza della casa.
Il tea tree oil ha proprietà antibatteriche, cicatrizzanti, antimicotiche e antiodoranti, che lo rendono una delle sostanze più miracolose che la natura sia in grado di offrirci. Bisogna ricordare però che per il suo impiego è necessario seguire alcune precauzioni. Perché il tea tree sia efficace ne sono infatti di solito sufficienti poche gocce. Nel caso sia necessari applicare l’olio sulla pelle, si raccomanda di diluirne una piccola quantità nell’olio vegetale preferito, in modo da evitare che la sua azione potente possa irritare l’epidermide, soprattutto se già sensibile. Per lo stesso motivo, il tea tre oil, come tutti gli altri oli essenziali, non deve essere applicato direttamente sulle mucose e deve essere tenuto lontano dalla portata dei bambini.
Cit.

E così, una volta guarita, sono diventata inseparabile da questi tre prodotti…
Gli unici che sono stati ingrado di svolgere il loro dovere.

Certo per un solo mese sono andata in giro con la mano tendente all’arancio con profumo di aloe…ma è stata l’unica soluzione per eliminare le verruche.

Ho ringraziato tantissimo la signora che mi ha suggerito tutto questo procedimento e che mi ha seguito durante tutti i vari inconvenienti e in più ho scoperto due case produttrici con ottimi prodotti!

Insomma, ditemi cosa ne pensate! 😛 e se anche voi avete dovuto imbattervi in questo piccolo problema seccante.

A-

 

 

 

 

Annunci

3 pensieri riguardo “Addio verruche: tre prodotti, gli unici che mi hanno fatto effetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...