Alla faccia della personalità elettronica…devo preoccuarmi per gli Hunger Games? Il Parlamento Europeo e le leggi sui Robot nel 2017.

roboteparla

  • Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno.
  • Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
  • Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.

Manuale di Robotica, 56ª Edizione – 2058 d.C.

iouomo.png

In quanti di voi avranno visto il filom Io, Robot?

  • Spooner : Le emozioni non sembrano essere una simulazione molto utile per un robot… Non vorrei che il mio tostapane o l’aspirapolvere fossero così emotivi…
  • Lawrence Robertson: [a Susan Calvin] Hai idea di cosa potrebbe fare questo robot? Potrebbe distruggere la fiducia umana nella robotica. E se lo sapesse la gente? Ti immagini cosa vorrebbe dire ritirarli tutti… E solo a causa di una paranoia irrazionale e di un pregiudizio. [guardando Spooner]

E quanti di voi avranno visto L’uomo bicetenario?

  • Andrew : Come robot avrei potuto vivere per sempre, ma dico a tutti voi oggi, che preferisco morire come uomo, che vivere per tutta l’eternità come macchina… Per essere riconosciuto per chi sono e per ciò che sono. Niente di più, niente di meno. Non per la gloria, per l’approvazione, ma per la semplice verità di questo riconoscimento. È stato l’elemento propulsivo di tutta la mia esistenza e devo riuscire a ottenerlo, se voglio vivere o morire con dignità.
  • Signor Martin : La gente invecchia con il tempo. Ma effettivamente per te il tempo è un concetto completamente diverso. Per te, il tempo è infinito.

Che tra l’altro ho scoperto essere tratti da due libri dello stesso autore…Isaac Asimov

Risultati immagini

e che mentre l’uscita dei libri procede con Io, Robot pubblicato per pirmo e L’uomo Bicentenario (Antologia del bicentenario) per secondo…per il cinema le due uscite si sono invertite! E che appartengono alla stessa serie in ordine con in mezzo un altro libro…

Risultati immagini per I robot libroRisultati immagini per Antologia del bicentenario libro

Qualcuno di voi ha letto i libri? Credo sia giunto il momento di scovarli °^° e leggerli!

Ma tornando al nostro argomento…come mai ve ne sto parlando?

Giorni fa si vociferava che il Parlamento Europeo stesse lavorando a una serie di provvedimenti, leggi e dibattiti vari su come dovremo, da qui ai prossimi anni, considerare i Robot…visto e considerato che più andiamo avanti e più ci affacciamo a una realtà alla Io, Robot.

Cosa nella quale, grazie, ma no grazie…ne farei a meno…

La questione fondamentale e sempre chiacchierata è: Avranno gli stessi diritti degli umani o no?

Roger Clarke scrisse un paio di documenti analizzando le complicazioni dell’implementazione di queste leggi, se i sistemi fossero in qualche modo in grado di impiegarle. Egli sostenne che “Le leggi della robotica di Asimov sono state uno strumento letterario di successo. Forse ironicamente, o forse perché era artisticamente appropriato, la somma delle storie di Asimov confutano la tesi con cui iniziò: Non è possibile limitare con certezza il comportamento dei robot, inventando ed applicando un insieme di regole.”

Durante lo scorso maggio del 2016 la deputata socialista lussemburghese Mady Delvaux portò all’attenzione del Parlamento, quel giorno, per poi riprenderlo in questi giorni, quattro valide argomentazioni in relazione ai robot intelligenti e alle sottocategorie…afferma si debbano affrontare prima, che poi ed avere al più presto a disposizione un progetto di legge aggiornabile e dalle diverse opzioni…riguardo:

  • La personalità giuridica dei robot: un po’ come è successo con le aziende.
  • La responsabilità per eventuali danni: ci si divide tra proprietario, costruttore, progettista e programmatore, e ogni figura prevede una propria categoria di difesa (consumatori, liberi professionisti, accademici, aziende, sindacati). Anche in questo caso il Gruppo di Lavoro su robotica e AI della Commissione Giuridica (che ha tenuto l’ultima riunione lo scorso autunno) ritiene ci siano almeno due correnti di pensiero, accomunate da una sola certezza: almeno per i grandi robot l’Europa pensa a una copertura assicurativa obbligatoria.Secondo il principio della responsabilità oggettiva, a rispondere dovrebbe essere il produttore perché è nella posizione migliore per limitare i danni. Poi starà al produttore rivalersi contro i suoi fornitori. L’altra opzione è fare dei test di valutazione del rischio prima della messa in funzionamento di un robot e le eventuali responsibilità per condotte sbagliate sarebbero in questo caso condivise da tutti i soggetti interessati.
  • Le possibili dipendenze emotive degli esseri umani rispetto ai robot con una intelligenza ad apprendimento autonomo
  • Il nesso robotizzazione-disoccupazione umana. Tutte questioni di straordinaria novità:  Le aziende produrranno ad alti livelli con operai che non si ammalano e non vanno in pensione, quindi risparmio. Sarebbe devastante: fabbriche senza persone che creano capitale non tassato. Ogni cittadino che impiega degli automi dovrà segnalarli allo stato, indicando anche quanto risparmia in contributi grazie alla sostituzione dei lavoratori in carne e ossa con quelli in acciaio e silicio.

Anche i robot dovranno rispettare le leggi. Prima di tutto quelle di Asimov, poi un codice di condotta redatto ad hoc da Bruxelles.

Una sorta di registro traccerebbe l’identità di tutti i lavoratori artificiali in Europa, con un obbligo di assicurazione simile a quello previsto per le auto.

MA CI RENDIAMO CONTO CHE L’AUTORE QUANDO SCRISSE LE LEGGI ROBOTICHE LO FECE ESCLUSIVAMENTE PER I PROPRI LIBRI “FANTASTICI” E ORA CI VOGLIONO VENIRE A DIRE DI VOLER SEGUIRE TUTTO QUESTO NELLA REALTA’????

Non c’è da stupirsi se lè persone ne parlano sbeffeggiando…

Dovremmo iniziare a preoccuaparci degli Hunger Games? °-°….

A-

Advertisements

Un pensiero riguardo “Alla faccia della personalità elettronica…devo preoccuarmi per gli Hunger Games? Il Parlamento Europeo e le leggi sui Robot nel 2017.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...