Due fantastici illustratori, ecco a chi mi ispiro quando disegno! Parte uno: Miss Potter!

Sia per i nuovi lettori del blog che per i miei vecchi lettori (si fa per dire :P) dovete sapere che fruttidiboscoblog ha una sezione dedicata al disegno.

Eccola qui: https://fruttidiboscoblog.wordpress.com/category/disegno-e-disegnare/

Non vi è mai stato un periodo che io ricordi essere stato privo di illustrazioni e disegni.

Ho sempre, e dico sempre, disegnato e anche quando andavo in vacanza mi portavo dietro matite colorate, pennarelli e acquerelli e se non potevo, facevo sempre in modo che dove andavo ci fosse qualcosa con cui disegnare e colorare.

Adoro disegnare, adoro i colori, e sapete no, con l’avvento della tecnologia quest’anno per il mio compleanno mi è stata regalata una tavoletta grafica…beh sì è figo il disegno in digitale e mi piace parecchio, eppure, niente e nessuno potranno mai sostituire la buon vecchia matita HB.

 circle pencil erase GIF

Crescendo, poi iniziano a chiederti che cosa vuoi fare, a chi ti vuoi ispirare e finalmente sto trovando tutti i miei punti di appoggio nel passato.

Il primo è e rimarrà Leonardo Da Vinci, il mistero che lo circonda e la mano che aveva…non era solo un disegnatore, era un vero e proprio artigiano mago!

Poi qualche anno fa guardando i film che davano per tv sono finita a vedere: Miss Potter.

Conoscendo così un’altra artista…

E si, mi è piaciuto moltissimo quel film, eppure solo quest’ultimo anno sono tornata ad approfondire la storia di questa autrice.

Ero troppo piccola per dare peso a quello che vedevo sullo schermo la prima volta e non avevo neanche passato un minuto a pensare che colei di cui narravano la vita esistesse davvero…

E così ho pensato… “perché non lo porto ai miei lettori?”

Tutto è iniziato questo inverno, verso Natale, cercavo un regalo per i miei cuginetti e passando tra le file di libri esposti in libreria sono capitata davanti a un libro enorme.

“Come può essere che un tomo così grande sia esposto tra i libri per i bambini?”

Ben 27 euro….°-°

Ho preso in mano il libro e l’illustrazione sulla copertina ha fatto scattare in me qualcosa di familiare…io quel coniglio lo avevo già visto…quell’illustrazione l’avevo già vista e poi…il mio occhio è finito sul nome dell’autrice.

Oh, ragazzi, non potevo crederci…Beatrix Potter…(Sì…non leggete Bellatrix come ho fatto io e come continuo a chiamarla io…ah sto Harry Potter!!!)

“MA IO HO VISTO IL FILM?!”

Ovviamente sarebbe stato troppo strano comprare un libro da 27 euro con illustrate delle favole per bambini…é_é mia madre che mi guardava malissimo ahahah

 wtf excuse me what the fuck the fuck da fuck GIF

Ma come si fa quando ammiri un’illustratrice così tanto che, fanbrodo l’età, lo abbraccerei e sfoglierei solo per vedere le fantastiche illustrazioni che contiene?

Una volta tornata a casa ho fatto una lunga ricerca e mi sono ripromessa di portarla qui e farvela conoscere anche a voi.

Ed eccoci!

Partendo dal film, che è il primo che mi ha dato la possibilità di avvicinarmi alla fonte, mi rimase ben chiaro nella memoria perché la protagonista che recita nei panni di Miss Potter è un’attrice super conosciuta: Renée Zellweger.

Risultati immagini per miss potter

Miss Potter è un film di Chris Noonan del 2006. Ma Noonan °-° quanti film famosi ha già fatto??

TRAMA

Londra, fine Ottocento. Beatrix Potter è una trentaduenne di buona famiglia, determinata e anticonformista, affascinata fin da piccola dalla vita di campagna. La sua fervida immaginazione la porta a inventare storie fantastiche, in cui la natura e gli animali sono sempre protagonisti. Grazie ad esse riuscirà ad affermarsi come scrittrice di favole e a diventare il più importante progetto dell’editore Norman Warne, col quale intreccerà un’intensa storia d’amore, tra successi editoriali e battaglie per la salvaguardia della natura.

Differenze con la realtà

  • Nel film Beatrix ha trentadue anni, mentre in realtà nel 1902 al momento della pubblicazione del primo libro ne aveva trentasei (essendo nata nel 1866). Anche la storia con Norman Warne, che nel film pare svolgersi nell’arco di circa un anno, si protrasse per tre anni: dall’iniziale conoscenza nel 1902 fino al fidanzamento tenuto segreto e alla morte di Norman avvenuta nell’agosto del 1905.
  • La storia di Jemima Anatra è stata scritta e pubblicata dopo che Beatrix si era trasferita a Hill Top Farm.
  • Il film fa intendere che dopo la morte di Norman Warne, Beatrix non abbia pubblicato altri libri, tranne quelli di Peter Coniglio, Jemima Anatra e i due topini Tom Pollice e Anca Manca, mentre in realtà ne ha pubblicati in totale ventitré.
  • Nella realtà, a causa della sua decisione di sposare Norman Warne, Beatrix aveva troncato per sempre ogni rapporto con la sua famiglia, mentre nel film fa un accordo con i genitori.

E allora andiamo a scoprire chi era veramente questa brava illustratrice!

Risultati immagini per beatrix potter

Helen Beatrix Potter (Kensington, 28 luglio 1866 – Near Sawrey, 22 dicembre 1943) è stata un’illustratrice, scrittrice e naturalista britannica, ricordata soprattutto per i suoi libri illustrati per bambini.

  2014 ewan mcgregor renee zellweger beatrix potter GIF

Risultati immagini per miss potter gif

Nonostante i suoi interessi e le sue ambizioni, i genitori le impediscono di proseguire gli studi e di dedicare tempo ad interessi di stampo intellettuale.
Secondo i rigidi precetti vittoriani infatti le donne dovevano occuparsi esclusivamente della casa.

Così la giovane Potter, a partire dai 15 anni comincia a scrivere un diario, ma usando un proprio codice segreto, che verrà decodificato solo 20 anni dopo la sua morte.

Lo zio cerca di inserirla come studentessa presso i Giardini Botanici di Kew, ma la sua richiesta viene respinta perché donna. (pffffffff)

Siccome l’unico modo che ha per osservare la natura al microscopio è ritrarla, la Potter esegue tantissimi illustrazioni di funghi e licheni. Grazie ai suoi disegni comincia a guadagnarsi la fama di esperta micologa (studioso di funghi). Una raccolta con 270 acquarelli, in cui i funghi vengono disegnati con estrema minuzia, è presente alla Armitt Library di Ambleside. L’Accademia di scienze britannica (Royal Society) rifiuta di pubblicare le sue illustrazioni scientifiche, sempre perché donna. Unica vittoria di quegli anni sono le lezioni che riesce a tenere alla Scuola di Economia di Londra.

Nel 1901 decide di pubblicare a sue spese “La storia del coniglio Peter” (The Tale of Peter Rabbit), un libro illustrato per ragazzi. Una delle 250 copie raggiunge la scrivania di Norman Warne, capo della casa editrice Frederick Warne & Co., il quale decide di dare alle stampe il racconto. Dal giugno del 1902 fino alla fine dell’anno il libro vende 28.000 copie. Nel 1903 pubblica un nuovo racconto, “La storia dello scoiattolo Nutkin” (The Tale of Squirrel Nutkin) che ottiene altrettanto successo.

Risultati immagini per peter il coniglio beatrix potterRisultati immagini per norman warne beatrix potter

Dai proventi dei suoi libri Beatrix Potter riesce a raggiungere la tanto agognata indipendenza economica. Nel 1905 comincia a frequentare il suo editore Norman Warne, ma è costretta a farlo di nascosto per la forte opposizione da parte dei suoi genitori. Rompe definitivamente con la famiglia ma non riesce a sposare Norman, il quale si ammala di anemia fulminante e muore nel giro di poche settimane.

  film illustrator ewan mcgregor renee zellweger GIF

A 47 anni sposa il procuratore William Heelis, assieme al quale si trasferisce in una grande fattoria a Sawrey, nella regione dei Laghi, circondata da animali: cani, gatti e un porcospino chiamato “Mrs. Tiggy-Winkle”. Nella fattoria comincia ad allevare le pecore.

Risultati immagini per Mrs. Tiggy-Winkle beatrix potter

Dopo la morte dei genitori Beatrix Potter usa la sua eredità per comprare terreni nella regione e assieme al marito si trasferisce a Castle Cottage, dove morirà il 22 dicembre 1943.

Nei suoi ultimi scritti, spaventata dalla furia distruttiva della Seconda Guerra Mondiale, sottolinea il pericolo di una modernità che può annientare la natura.

Risultati immagini per beatrix potterRisultati immagini per beatrix potter

Ho scoperto poi che il film Miss Potter non era il primo a essere presentato a noi telespettatori, ma ci sono stati anche dei precedenti:

  • Il primo film ispirato alla sua produzione letteraria è “I racconti di Beatrix Potter” (The Tales of Beatrix Potter)
  • Un lungo documentario biografico, intitolato The Tale of Beatrix Potter.
  • Nel 1992 la stessa BBC manda in onda una serie animata basata sulla storie della Potter, The World of Peter Rabbit and Friends.
  • Nel 2006 escono sia il film “Mrs. Potter”, con Renée Zellweger e Ewan McGregor, che un musical The Tale of Pigling Bland.
  • Nello stesso anno la Penguin Books pubblica Beatrix Potter: A Life in Nature, bibliografia scritta da Linda Lear, in cui si sottolinea il talento scientifico dell’autrice inglese, sia come illustratrice di botanica che come micologa.

Una vita piuttosto difficile, ma con non poche soddisfazioni possiamo vedere…nonostante il secolo in cui ha vissuto è riuscita a farsi valere e a combattere con tutto quello che aveva…la sua passione e la sua bravura nel disegno.

E voi che ne pensate? Non credete anche voi che sia un’ottima fonte di ispirazione?

Spero prima o poi di poter vedere uno dei suoi libri, magari non a 27 euro…D= era un po’ caruccio, e di poterne apprezzare storia e illustrazioni.

E a voi chi vi ispira?

  film illustrator ewan mcgregor renee zellweger GIF

Risultati immagini per illustrazioni di beatrix potterRisultati immagini per illustrazioni di beatrix potter Risultati immagini per illustrazioni di beatrix potterRisultati immagini per illustrazioni di beatrix potter

 

A-

Buon pomeriggio! Notizie e risultati sugli oggetti di ilpiccolopinguino.

Buon pomeriggio a tutti voi lettori!

Vi ricordate che con l’articolo di lunedì scorso vi ho introdotto le novità dal mio nuovo blog creato per pubblicizzare e vendere i miei organizer (porta oggetti) fatti a mano?

Ho avuto il piacere di crearne uno per Luca di L’apiario di Luca 

Vi suggerisco di andare a trovarlo sul suo blog dove vi narra tutti i piccoli segreti che stanno dietro le api e al miele e dove vi parla in prima persona della sua grande passione: l’apicoltura.

Se ve lo siete perse vi lascio anche la recensione che avevo fatto tempo fa delle sue creazioni: La mia prima collaborazione in assoluto in test del prodotto made in Italy: Il miele e la cera

Sì, la mia prima collaborazione è stata con lui e sul miele! *^*

Necessitava di un comodo porta oggetti da mettere nel proprio laboratorio in allestimento, e così, è venuto da me e dopo esserci accordati sulle misure mi ha lasciato libera di creare letteralmente un’opera che avesse come tema le api e il loro mondo.

E così è nato.

cof

La mia prima e ufficiale esperienza nello spedire qualcosa fatto con le mie mani a qualcuno al di fuori della mia famiglia e la mia prima esperienza nel disegnare su stoffa.

E non è semplice come può sembrare disegnare a mano libera sulla stoffa che si muove!

Vi lascio qui l’articolo in cui vi spiego tutto dal principio e vi illustro il mio piccolo oggetto: Sveliamo l’arcano: il secondo organizer a tema!

Avete presente quando create qualcosa che i vostri familiari dicono: “Bello!!” e poi viene quel momento in cui dovete mostrarlo ad altri e improvvisamente vi iniziate a porre mille domande.

“Gli piacerà?”

“No?”

“E il pacco?”

E poi booooooom il pacco arriva, tutte le preoccupazioni svaniscono e diventate super soddisfatti di ciò che avete creato perché avete raggiunto il 100%

E così oggi mi trovo qui a parlarvene perché ho avuto il piacere di leggere quella che è effettivamente la recensione dell’organizer e cosa ne pensa Luca sull’organizer.

Mi ha fatto super piacere che tutto sia andato per il meglio e che il prodotto sia piaciuto!

Vi lascio qui l’articolo in cui ne parla: Un graditissimo regalo!

Ditemi che ne pensate anche voi e se avete mai comprato oggetti di questo genere!

Ehhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh, buona serata!

A-

 

Buon inizio settimana con la leggenda del sabato: i selkie e gli aggiornamenti importanti.

Buon inizio settimana un po’ a tutti voi!

Che piani avete per questa settimana??

Se la settimana passata era piena di eventi,  quella che arriva la sarà?

Dopo un post Eurovision un poco deludente…voi che ne pensate del vincitore?

Sto pensando di stillare una lista di oggetti su cui esercitarmi con la tavola grafica.

La prima cosa che metterò a fresco sarà sicuramente una parte di grafica! Cosa ci dovremo aspettare?

Avete proposte o sfide da lanciarmi sul disegno?

Sul piano articoli molto presto arriverà un importante aggiornamento sulle piantine e l’orticello.

Nuove arrivate e piante sopravvissute ai cambi di stagione, concimazioni e idee per dare forza ai colori della natura.

Avremo presto un articolo che mette a paragone Fallen libro e film, in quanto finalmente e sottolineo finalmente ho in mano questo bellissimo e molto particolare libro!

Un articolo culinario in vista? Un dolce per l’esattezza!!

E tante altre news!

Vi auguro ancora una volta buona settimana eeeeeeeeeee vi lascio con la leggenda! Come al solito ditemi che ne pensate!

selkie_by_kaebobee

La leggenda dei selkie: la donna e il pescatore.

A

 

Quando gli Squishy si chiamavano antistress

https://i0.wp.com/33.media.tumblr.com/5b8fe4f6ee7891b9c537734405cf2057/tumblr_nt96kprw281ue7tyvo1_500.gif

Buona domenica!!!

Immagino che essendo domenica la maggior parte di voi sia a casa a riposarsi o con gli amici a divertirsi….

Allora siccome è domenica, mi pareva un buon argomento quello degliiiiiiiiiiiii…..

Squishy!

In questo periodo è dilagata la moda su you tube di queste cosette…che poi guardandoci e riguardandoci secondo me sono i vecchi antistress gommosi…solo che molto particolari! Continua a leggere

Oggetti nel quotidiano 4, Sono misterioso e mi tieni in casa con te

Ed eccoci al quarto capitolo di oggetti quotidiani la cui origine è sconosciuta!!!

Potete trovare qui in ordine i primi tre articoli:
Un oggetto occulto di uso quotidiano….uhhhhhh*vento forte che soffia in una notte oscura* oh..
Oggetti quotidiani il cui nome che conosciamo e l’uso che ne facciamo non coincide con il passato, il contenitore delle chiocciole.
Attraverso me vedi il mondo, oggetti quotidiani a cui diamo poca importanza 3

L’oggetto che vi propongo oggi:

Sono leggero come una piuma, ma dipende dalla mia grandezza.
Ho occhi, naso e bocca.
Almeno una volta nella vostra vita mi avete stretto.

Cosa sono?! Continua a leggere