Inktober2018: Day 14 Clock/ Orologio.

Brucaliffo : Quando il giorno diventa notte e il cielo diventa mare, l’orologio rintocca sonoro e non c’è tè da preparare. E nell’ora più oscura, prima della mia ultima rima, lei tornerà nel Paese delle Meraviglie, e riporterà le lancette dov’erano prima. Alice nel paese delle meraviglie/ Alice attraverso lo specchio.

Annunci

Inktober Day 19: cloud(offuscare) 

Una mia personare riproduzione di Hogwards e Dissennatori

Ho una domanda per voi! Parliamone.

Stamattina stavo scorrendo i post su Facebook e mi sono trovata davanti questo:

 https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Ffruttidiboscoblog%2Fposts%2F1946841612238900&width=500

In questo articolo che ho condiviso e che a sua volta ha condiviso una pagina che seguo, viene detto che il film 50 sfumature di Nero era stato programmato per essere messo in prima serata su Canale 5 il 10 ottobre e SCANDALO, il film è stato sostituito non si sa per quale motivo dal film: IL CACCIATORE E LA REGINA DI GHIACCIO.

La mia domanda è: ma che cosa diamine succede tra TV e Cinema?

UNO: Ma davvero in Italia abbiamo ancora una mente così bigotta da dover cancellare un film in cui ci sono delle scene di sesso, come in qualsiasi altro film (visto che il primo era molto peggio), dalla prima serata perché la gente non ammette che è nel pensiero di ogni dannato essere di questo mondo?

I FIGLI DOVRETE PURE FARLI NO?

LO AVRETE STUDIATO L’APPARATO RIPRODUTTIVO IN UNA CLASSE DI PERSONE CHE NON ERANO ESATTAMENTE QUELLE A CUI AVRESTE RACCONTATO PARTICOLARI PICCANTI?

SE CI PENSATE IN ITALIA NON LI FANNO PASSARE I FILM CON SCENE HARD, LI CENSURANO, QUINDI NON E’ CHE VI SPAVENTATE PER QUELLO CHE VEDETE…MA PER QUELLO CHE LA VOSTRA MENTE VA A PENSARE…QUINDI E’ COLPA VOSTRA NON DEL FILM CHE E’ “OMG TROPPO HOT PER MIO FIGLIO”.

Perché in un mondo dove ci facciamo due coglioni così per rimbeccare le persone omofobe, siamo ancora lì a non accettare che esiste una parola chiamata SESSO che boh si vedono le scene e finita lì…non è che vai a letto e poi devi dormire con la luce accesa.

DUE: Ma solo io mi ricordo che quando davano qualcosa al cinema, per vederlo in tv passavano secoli? Cioè, vi lamentate che le persone non vanno più al cinema e che guardano tutto gratis e in streaming….quando voi siete i primi che alimentate questa cosa dando film usciti da neanche un anno in tv…

Voi che ne pensate?

A-

 

Due fantastici illustratori, ecco a chi mi ispiro quando disegno! Parte uno: Miss Potter!

Sia per i nuovi lettori del blog che per i miei vecchi lettori (si fa per dire :P) dovete sapere che fruttidiboscoblog ha una sezione dedicata al disegno.

Eccola qui: https://fruttidiboscoblog.wordpress.com/category/disegno-e-disegnare/

Non vi è mai stato un periodo che io ricordi essere stato privo di illustrazioni e disegni.

Ho sempre, e dico sempre, disegnato e anche quando andavo in vacanza mi portavo dietro matite colorate, pennarelli e acquerelli e se non potevo, facevo sempre in modo che dove andavo ci fosse qualcosa con cui disegnare e colorare.

Adoro disegnare, adoro i colori, e sapete no, con l’avvento della tecnologia quest’anno per il mio compleanno mi è stata regalata una tavoletta grafica…beh sì è figo il disegno in digitale e mi piace parecchio, eppure, niente e nessuno potranno mai sostituire la buon vecchia matita HB.

 circle pencil erase GIF

Crescendo, poi iniziano a chiederti che cosa vuoi fare, a chi ti vuoi ispirare e finalmente sto trovando tutti i miei punti di appoggio nel passato.

Il primo è e rimarrà Leonardo Da Vinci, il mistero che lo circonda e la mano che aveva…non era solo un disegnatore, era un vero e proprio artigiano mago!

Poi qualche anno fa guardando i film che davano per tv sono finita a vedere: Miss Potter.

Conoscendo così un’altra artista…

E si, mi è piaciuto moltissimo quel film, eppure solo quest’ultimo anno sono tornata ad approfondire la storia di questa autrice.

Ero troppo piccola per dare peso a quello che vedevo sullo schermo la prima volta e non avevo neanche passato un minuto a pensare che colei di cui narravano la vita esistesse davvero…

E così ho pensato… “perché non lo porto ai miei lettori?”

Tutto è iniziato questo inverno, verso Natale, cercavo un regalo per i miei cuginetti e passando tra le file di libri esposti in libreria sono capitata davanti a un libro enorme.

“Come può essere che un tomo così grande sia esposto tra i libri per i bambini?”

Ben 27 euro….°-°

Ho preso in mano il libro e l’illustrazione sulla copertina ha fatto scattare in me qualcosa di familiare…io quel coniglio lo avevo già visto…quell’illustrazione l’avevo già vista e poi…il mio occhio è finito sul nome dell’autrice.

Oh, ragazzi, non potevo crederci…Beatrix Potter…(Sì…non leggete Bellatrix come ho fatto io e come continuo a chiamarla io…ah sto Harry Potter!!!)

“MA IO HO VISTO IL FILM?!”

Ovviamente sarebbe stato troppo strano comprare un libro da 27 euro con illustrate delle favole per bambini…é_é mia madre che mi guardava malissimo ahahah

 wtf excuse me what the fuck the fuck da fuck GIF

Ma come si fa quando ammiri un’illustratrice così tanto che, fanbrodo l’età, lo abbraccerei e sfoglierei solo per vedere le fantastiche illustrazioni che contiene?

Una volta tornata a casa ho fatto una lunga ricerca e mi sono ripromessa di portarla qui e farvela conoscere anche a voi.

Ed eccoci!

Partendo dal film, che è il primo che mi ha dato la possibilità di avvicinarmi alla fonte, mi rimase ben chiaro nella memoria perché la protagonista che recita nei panni di Miss Potter è un’attrice super conosciuta: Renée Zellweger.

Risultati immagini per miss potter

Miss Potter è un film di Chris Noonan del 2006. Ma Noonan °-° quanti film famosi ha già fatto??

TRAMA

Londra, fine Ottocento. Beatrix Potter è una trentaduenne di buona famiglia, determinata e anticonformista, affascinata fin da piccola dalla vita di campagna. La sua fervida immaginazione la porta a inventare storie fantastiche, in cui la natura e gli animali sono sempre protagonisti. Grazie ad esse riuscirà ad affermarsi come scrittrice di favole e a diventare il più importante progetto dell’editore Norman Warne, col quale intreccerà un’intensa storia d’amore, tra successi editoriali e battaglie per la salvaguardia della natura.

Differenze con la realtà

  • Nel film Beatrix ha trentadue anni, mentre in realtà nel 1902 al momento della pubblicazione del primo libro ne aveva trentasei (essendo nata nel 1866). Anche la storia con Norman Warne, che nel film pare svolgersi nell’arco di circa un anno, si protrasse per tre anni: dall’iniziale conoscenza nel 1902 fino al fidanzamento tenuto segreto e alla morte di Norman avvenuta nell’agosto del 1905.
  • La storia di Jemima Anatra è stata scritta e pubblicata dopo che Beatrix si era trasferita a Hill Top Farm.
  • Il film fa intendere che dopo la morte di Norman Warne, Beatrix non abbia pubblicato altri libri, tranne quelli di Peter Coniglio, Jemima Anatra e i due topini Tom Pollice e Anca Manca, mentre in realtà ne ha pubblicati in totale ventitré.
  • Nella realtà, a causa della sua decisione di sposare Norman Warne, Beatrix aveva troncato per sempre ogni rapporto con la sua famiglia, mentre nel film fa un accordo con i genitori.

E allora andiamo a scoprire chi era veramente questa brava illustratrice!

Risultati immagini per beatrix potter

Helen Beatrix Potter (Kensington, 28 luglio 1866 – Near Sawrey, 22 dicembre 1943) è stata un’illustratrice, scrittrice e naturalista britannica, ricordata soprattutto per i suoi libri illustrati per bambini.

  2014 ewan mcgregor renee zellweger beatrix potter GIF

Risultati immagini per miss potter gif

Nonostante i suoi interessi e le sue ambizioni, i genitori le impediscono di proseguire gli studi e di dedicare tempo ad interessi di stampo intellettuale.
Secondo i rigidi precetti vittoriani infatti le donne dovevano occuparsi esclusivamente della casa.

Così la giovane Potter, a partire dai 15 anni comincia a scrivere un diario, ma usando un proprio codice segreto, che verrà decodificato solo 20 anni dopo la sua morte.

Lo zio cerca di inserirla come studentessa presso i Giardini Botanici di Kew, ma la sua richiesta viene respinta perché donna. (pffffffff)

Siccome l’unico modo che ha per osservare la natura al microscopio è ritrarla, la Potter esegue tantissimi illustrazioni di funghi e licheni. Grazie ai suoi disegni comincia a guadagnarsi la fama di esperta micologa (studioso di funghi). Una raccolta con 270 acquarelli, in cui i funghi vengono disegnati con estrema minuzia, è presente alla Armitt Library di Ambleside. L’Accademia di scienze britannica (Royal Society) rifiuta di pubblicare le sue illustrazioni scientifiche, sempre perché donna. Unica vittoria di quegli anni sono le lezioni che riesce a tenere alla Scuola di Economia di Londra.

Nel 1901 decide di pubblicare a sue spese “La storia del coniglio Peter” (The Tale of Peter Rabbit), un libro illustrato per ragazzi. Una delle 250 copie raggiunge la scrivania di Norman Warne, capo della casa editrice Frederick Warne & Co., il quale decide di dare alle stampe il racconto. Dal giugno del 1902 fino alla fine dell’anno il libro vende 28.000 copie. Nel 1903 pubblica un nuovo racconto, “La storia dello scoiattolo Nutkin” (The Tale of Squirrel Nutkin) che ottiene altrettanto successo.

Risultati immagini per peter il coniglio beatrix potterRisultati immagini per norman warne beatrix potter

Dai proventi dei suoi libri Beatrix Potter riesce a raggiungere la tanto agognata indipendenza economica. Nel 1905 comincia a frequentare il suo editore Norman Warne, ma è costretta a farlo di nascosto per la forte opposizione da parte dei suoi genitori. Rompe definitivamente con la famiglia ma non riesce a sposare Norman, il quale si ammala di anemia fulminante e muore nel giro di poche settimane.

  film illustrator ewan mcgregor renee zellweger GIF

A 47 anni sposa il procuratore William Heelis, assieme al quale si trasferisce in una grande fattoria a Sawrey, nella regione dei Laghi, circondata da animali: cani, gatti e un porcospino chiamato “Mrs. Tiggy-Winkle”. Nella fattoria comincia ad allevare le pecore.

Risultati immagini per Mrs. Tiggy-Winkle beatrix potter

Dopo la morte dei genitori Beatrix Potter usa la sua eredità per comprare terreni nella regione e assieme al marito si trasferisce a Castle Cottage, dove morirà il 22 dicembre 1943.

Nei suoi ultimi scritti, spaventata dalla furia distruttiva della Seconda Guerra Mondiale, sottolinea il pericolo di una modernità che può annientare la natura.

Risultati immagini per beatrix potterRisultati immagini per beatrix potter

Ho scoperto poi che il film Miss Potter non era il primo a essere presentato a noi telespettatori, ma ci sono stati anche dei precedenti:

  • Il primo film ispirato alla sua produzione letteraria è “I racconti di Beatrix Potter” (The Tales of Beatrix Potter)
  • Un lungo documentario biografico, intitolato The Tale of Beatrix Potter.
  • Nel 1992 la stessa BBC manda in onda una serie animata basata sulla storie della Potter, The World of Peter Rabbit and Friends.
  • Nel 2006 escono sia il film “Mrs. Potter”, con Renée Zellweger e Ewan McGregor, che un musical The Tale of Pigling Bland.
  • Nello stesso anno la Penguin Books pubblica Beatrix Potter: A Life in Nature, bibliografia scritta da Linda Lear, in cui si sottolinea il talento scientifico dell’autrice inglese, sia come illustratrice di botanica che come micologa.

Una vita piuttosto difficile, ma con non poche soddisfazioni possiamo vedere…nonostante il secolo in cui ha vissuto è riuscita a farsi valere e a combattere con tutto quello che aveva…la sua passione e la sua bravura nel disegno.

E voi che ne pensate? Non credete anche voi che sia un’ottima fonte di ispirazione?

Spero prima o poi di poter vedere uno dei suoi libri, magari non a 27 euro…D= era un po’ caruccio, e di poterne apprezzare storia e illustrazioni.

E a voi chi vi ispira?

  film illustrator ewan mcgregor renee zellweger GIF

Risultati immagini per illustrazioni di beatrix potterRisultati immagini per illustrazioni di beatrix potter Risultati immagini per illustrazioni di beatrix potterRisultati immagini per illustrazioni di beatrix potter

 

A-

La mia quarta collaborazione: i portachiavi a tema Studio Ghibli!!!

cof

Salve a tutti lettoriiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!

Oggi ho il piacere di mostrarvi la mia ultima collaborazione.

Se siete nuovi o se siete qui a seguirmi da tempo, dovreste sapere che oltre ai telefilm e film, ho anche una passione per le Anime.

In modo particolare mi piacciono moltissimo i film dello Studio Ghibli.

Questa non è la mia prima collaborazione a tema e se ve la siete persi, ve la lascio qui:
La mia seconda collaborazione in test del prodotto: formine e stampi per i biscotti

Tempo fa vi raccontai che ero e sono molto legata a due film della casa produttrice:

Totoro

Il Castello Errante di Howl.

Io letteralmente impazzisco per i protagonisti e quando ho trovato la pagina di questo venditore, non mi sono potuta trattenere dal chiedergli di collaborare con me.

Ringrazio di cuore il proprietario del negozio SufficientlyEdgy per aver accettato la collaborazione e per la fiducia che ha avuto in me.

Il suo negozio lo trovare qui -> SufficientlyEdgy ed è uno shop è a sua volta sul sito di vendita oggetti fatti a mano Etsy.com

Il produttore  e venditore ha sede a Cambridge, Regno Unito ed è uno studente che si diletta a creare:

  • portachiavi, collane, cucchiai e taglieri in legno e incisi a laser
  • portachiavi con pezzi elettronici riciclati.

Io ho chiesto di poter recensire e scrivere un articolo su due dei suoi portachiavi a tema dei due film dello Studio Ghibli citati sopra.

cof

Posso ufficialmente dirvi che me ne sono innamorata e sono super contenta di aver avuto l’opportunità di parlarvene.

Quando l’ho contattato e dopo esserci messi d’accordo, mi ha chiesto se dietro i portachiavi volessi incidere una frase.

Ho scelto così due frasi e in una sola giornata lui le ha incise a laser con il disegno di Totoro e Calcifer.

E’ fantastico poter vedere degli oggetti personalizzati.

Io ho scelto dietro Calcifer, il famoso fuoco che da vita al Castello di Howl, la frase:

“Io non cucino, Io sono un pauroso e potentissimo demone del fuoco!!”

 hayao miyazaki howl's moving castle calcifer GIF

Amo quella scena xD mi ha sempre fatto ridere tantissimo.

E dietro il ciondolo di Totoro la frase:

“Non abbandonare l’immaginazione”

Perché solo chi ha una buona dose di immaginazione può vedere cose che gli altri non vedono.

 anime kawaii ghibli totoro my neighbor totoro GIF

cof

Il pacchetto dal Regno Unito all’Italia ci ha messo qualche giorno, è stata una consegna davvero super veloce! Il che già gli ha fatto guadagnare dei punti.

L’oggetto è presentato perfettamente intatto: una busta in cartone rigido con all’interno i due portachiavi ben fissati e  il bigliettino del venditore con un codice promozionale sul prossimo acquisto e l’email su eventuali domande o richieste.

Tolti i fermi ho subito apprezzato i due oggetti.

Perfetti, senza sbavature, senza nessun difetto, la scritta incisa super leggibile e la leggerezza.

Sono fatti in legno, e voi sapete che qui in casa da me la lavorazione del legno ha sempre avuto molta importanza.

La pagina in cui potrete trovarli e accordarvi sulla personalizzazione è questa ->Studio Ghibli – Totoro, Calcifer, sootball, fatto a mano Laser portachiavi in legno inciso con catena – Anime / Cartoon

IL VALORE/ PREZZO

Il prezzo cambierà in base al soggetto raffigurato e in base alla lunghezza del testo, sempre rimanendo nel valore degli oggetti fatti a mano.

LA DESCRIZIONE DEGLI OGGETTI

L’immagine è incisa su un disco di taglio legno 40mm laser e viene fornito con una catena di collegamento 4 e 25mm increspata split ring, come è inciso a laser non verrà con usura così avrete per vita :).
Molte cose possono essere incisi in questo modo, si prega di inviare che un messaggio con i dettagli e vedrò se posso farlo.

Spedizione per i portachiavi standard sono il giorno successivo – portachiavi personalizzati sono fatte su ordinazione, il confermato progettazione fabbricazione sarà 1 giorno lavorativo con spedizione giorno lavorativo successivo. Incisione posteriore può essere un nome o un messaggio corto/lungo, fatemi sapere le vostre esigenze e farò del mio meglio.

Gli ordini all’ingrosso sono possibili, ma vi prego di contattarmi e io consiglio – sconti disponibili.
Tutti i nostri prodotti sono progettati e realizzati personalmente nel Regno Unito
Per qualsiasi domanda non esitate a chiedere

Sono in alcun modo affiliato con Studio Ghibli o loro produzioni cinematografiche e non si tratta di merchandising ufficiale, solo ventilatore creato contenuto artistico.

La descrizione tradotta dal sito Etsy in italiano, come ogni sito scritto principalmente in inglese non è eccezionale…ma più o meno si comprende. Non ho mai capito il perché la traduzione da una lingua a un’altra deve essere così poco curata…eppure sono siti con una certa fama…

Tornando a noi…

La terza cosa che mi ha colpito molto è che è appassionato di riciclo e ri utilizzo!

Tin tin tin 100 punti!

Red Bull clapping applause clap surfing GIF

Sul profilo del venditore se scorrete la pagina, vi mostrerà anche come vengono create le incisioni!

Nessun segreto, ottima trasparenza e cordialità.

Scorrete qua sotto per vedere le foto!

cofcofcofcofcofcofcofcofcofhdrhdrhdrhdr

Una bella idea per fare un regalo, no?

ALTRI LAVORI DI SufficientlyEdgy cliccateci sopra per andare alla pagina!





VI RICORDO IN FINE DUE INDICAZIONI DAL VENDITORE: ACCETTA RICHIESTE DI RAPPRESENTAZIONI DI PERSONAGGI NUOVI OLTRE A QUELLI CHE PROPONE E VI ANNUNCIA CHE PRESTO ARRIVERANNO LE INCISIONI SU LEGNO LEGATI A MONDO STUDIO GHIBLI, KIKI CONSEGNA A DOMICILIO !!!!

Ora tocca a voi, ditemi che ne pensate!
Vi piacciono i portachiavi?
Qual è il film dello Studio Ghibli che vi piace di più?!

A-

E anche Ghost in The Shell chiude…

Alzi la mano chi si ricorda il mio articolo del 9 settembre 2016 su Ghost in the shell…

No?! Allora eccovi il link: Il mio primo fps e il mondo che c’è dietro: Ghost in the Shell

Come un’avventura durata solo un anno.

In quel articolo vi raccontavo di come è successo che io mi sia avvicinata per la prima volta a un gioco fps ovvero uno sparatutto, e avevo colto l’occasione per parlarvi di tutto l’universo che sta dietro a Ghost in the Shell.

Sì, lo so, a molti di voi questo titolo vi parlerà, vi parlerà come un titolo già sentito.

Quest’anno difatti è uscito al cinema il film tratto dalla saga e che vedeva come protagonista un’attrice molto famosa Scarlett Jhoansson.

MA ALT.

Io il film, vi avverto già, che non ho nemmeno pensato di vederlo…anche se probabilmente prima o poi lo farò.

Ebbene finita l’introduzione vi chiederete… “Ma quindi…perché ce ne riparli?”

Ho ripreso l’argomento perché come spesso mi capita, scelgo un gioco, ci gioco per un po’ e poi finisce che mi appassiono o intestardisco con altro e quello finisce un po’ in riserva…

E finito il mio attacco di giocatrice forsennata su una categoria ecco che ritorno a giocare con ciò che avevo accantonato.

Apro Ghost in the Shell con entusiasmo e con un po’ di timore di tornare a fare schifo nel pigliare gli obiettivi dopo tutto il tempo che non ci giocavo ed ecco che una schermata strana mi si presenta…

messaggio.png

Il gioco chiude.

Ci si può rimanere male? Non ci ho giocato molto ultimamente…ma ci sono rimasta male. Sono rimasta male perché non era ancora la versione ufficiale, ci sono rimasta male perché se avessero avuto la tenacia di rimanerci sopra a lavorare…ne sarebbe uscito un videogioco online favoloso.

Rilasciato in accesso anticipato a fine 2015 e aperto ufficialmente nel 2016, chi poteva immaginare che a distanza di un anno o due si sarebbero arresi?

Essendo una versione ancora non ufficiale era un bel po’ sbilanciato e con gli ultimi aggiornamenti eseguiti un po’ tutti si sono lamentati del fatto che avessero implementato più problemi di quelli risolti…

Ed è proprio per questo che aggiornamento su aggiornamento il gioco è finito per autodistruggere il proprio futuro…

Fino alla chiusura il supporto sarà disponibile così come la possibilità di giocarci ancora per un bel po’, ma verranno chiusi sia il negozio dentro il gioco (Chissà come sarà contento chi ha speso dei bei quattrini a farsi pomposo il champ) e non saranno più disponibili i DLC di Steam.

didascalia.png

Insomma che dire? Non so se sia la prima volta che vedo un gioco completamente distruggersi con tanto di programmatori che si arrendono…

Comunque è un vero peccato a parere mio, nonostante gli appassionati della serie Ghost in the Shell lo abbiano sempre odiato ed etichettato come surplus poco inerente alla storia…

E voi? Ci avete mai giocato? Lo conoscevate?

Ditemi, avete mai assistito all’autodistruzione o abbandono da parte dei “player” di un gioco?

A-