Riassunto Inktober 2018.

ink2018

Buon giorno a tutti!

Anche quest’anno è fatta. Inktober finito, Ottobre finito.

31 disegni. 31 giorni.

Questa è sempre una bella sfida per chi disegna. Qualcuno mi chiedeva che cosa ci si guadagnasse nel disegnare per questo evento….

Beh, un guadagno materiale non lo si ha: niente soldi, niente oggetti particolari. Quel che si guadagna è modellare la propria tecnica di disegno, imparare nuove cose e stare al passo con le sfide quotidiane, nel rappresentare qualsiasi cosa che vada dalla più semplice alla meno immaginabile (Come per esempio un’azione o un verbo). Continua a leggere

Annunci

Aggiornato! Ecco le novità

Buon pomeriggio a tutti!
Dopo tanti mesi di assenza dal blog, sono tornata con un nuovo e colorato aggiornamento.

Coloro che mi seguono da tempo o comunque voi che mi seguite da poco, dovreste sapere che a me piace cambiare.

Se andate sul banner di net-parade potrete vedere come il mio blog nel tempo si sia evoluto attraverso la grafica, i colori e i contenuti.

Oggi con questo nuovo articolo vi illustrerò i cambiamenti.

Come si presentava il blog mesi fa…

blog1
blog2

Come si presenta adesso…

new

Ho cambiato tema, riprendendo quello che era un aspetto molto più ordinato e lineare, e i colori. Questi sono i punti principali dell’aggiornamento.

La disavventura che mi è capitata a questo giro è stata scoprire in malo modo come i temi per wordpress.org non vadano bene per quello che è il mio wordpress.com.

Immaginatevi passare un intero pomeriggio con la tavola grafica a strutturare colori e disegni per un certo tema, e poi a fine lavoro scoprire che tutto quello per cui avevi lavorato, impiegando tempo, non è servito a nulla.

Comunque sia alla fine ho ripiegato su questo rimodulando colori e disegni.

  • Titolo e sottotitolo sono scritti in grande e si presentano in testata.
  • Il menù ora risalta di più sullo sfondo bianco e una freccettina evidenzia i menù a discesa.
  • L’immagine di Header è tutta nuova e disegnata con la tavoletta grafica: colori, passioni e pinguini…il simbolo del blog.

cropped-senza-cancellazioni11.png

  • Una sola colonna sulla destra, riporta i widget importanti, mentre molti altri elementi si trovano a piè pagina.
  • L’anteprima degli articoli riporta l’immagine principale e un estratto. Avete notato come l’immagine sia definita nei bordi? Particolare, vero?
  • Colore, colore, colore!

Il blog non si evolve solo nell’aspetto, ma anche nel simbolo principale.

So che già il titolo è particolare, perché uno legge frutti di bosco e si aspetta di trovare un blog di cucina? Un qualcosa legato al cibo? Quando questo legame è molto alla lontana…il perché del nome ( oltre al fatto che è ovvio che io amo alla follia i frutti) sta nel sottotitolo…

Come il bosco da i suoi frutti senza che nessuno ci faccia caso, uguale è la mente umana con nuove idee inattese

Altresì l’icona del blog si va mortalmente a scontrare con il titolo…difatti una ragazza travestita da pinguino, una ragazza accompagnata da un pinguino…rosso.

Per voi che vi siete uniti da poco sarete molto straniti da questo, vero?

Ebbene il perché è legato alla mia passione per la lettura…come si collega tutto questo?

Laurell k. Hamilton e suoi libri.

La prima serie di libri è legata alle avventure e disavventure di Anita, una molto speciale detective e risvegliante di un mondo molto, molto particolare.

Quando durante il giorno deve assistere alla brutalità delle cose, la sera l’unica cosa che gli da forza è sapere che una volta spenta la luce e abbracciare un piccolo pinguino, l’aiuta a creare un suo spazio chiuso e protetto.

E insomma, per questo motivo mi stanno simpatici i pinguini u.u

icone che cambiano

Ultimo importate cambiamento è stato il Disclaimer che da semplici scritte che coprivano ben tre colonne, ho semplificato così:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mi pare di avervi presentato tutti gli aggiornamenti u.u di oggi.

Se avete pareri mi raccomando non esitate a scrivere!

Se volete lasciare un piccolo voto:

siti

Alla prossima ❤

A-

Storia dell’arte: Grecia(Prima parte)

g

Per leggere gli articoli precedenti andate qui: Storia dell’arte

L’ultima volta ci siamo lasciati con la storia dell’arte Egizia e oggi con un grande balzo andiamo a parlare della Grecia!

Le isole del Mar Egeo e i territori vicini furono abitati fin dal neolitico, dal 6000 a.c circa.

Risultati immagini per mar egeo

CIVILTA’ CICLADICA

Fino al 2000 a.c le civiltà che abitavano in quelle zone veniva chiamata CIVILTA’ CICLADICA, perché coloro che ebbero maggiore sviluppo abitavano le isole Cicladi.

°-° Anche questa è un’altra parte della storia e beh…geografia a cui non mi ero mai interessata e che mai nessuno mi aveva accennato ai tempi dello studio dell’arte greca…

Risultati immagini per isole cicladi

L’arte che componevano in questo periodo era stilizzata, loro difatti pensavano a un DIVINO ASTRATTO.

Ottimo esempio è la Dea madre, così tanto stilizzata da sembrare un violino.

Risultati immagini per Dea Madre astratto cicladica

CIVILTA’ CRETESE E MINOICA

Dal 2000 al 1450 a.c si inizia a parlare di arte GRECA E MINOICA (Chiamata così per via del Re Minosse della città di Creta).

Qui si arriva a toccare proprio la vetta, il meglio del meglio sia a livello culturale, artistico e architettonico…

Si possono distinguere fasi:

ANTICO MINOICO (III MILENNIO A.C)

MEDIO MINOICO (DAL 2000 AL 1570 A.C anche distinto perché è il periodo del massimo splendore)

TARDO MINOICO (DAL 1570 AL 1050 A.C)

Ma sentirete anche un’altra distinzione che è quella che segue lo sviluppo dei palazzi:

PREPALAZIALE (DAL 2000 AL 1570 A.C)

Dove le case, le tombe in grotte o thòlos (cupola), la ceramica decorate varie e di animali

NEOPALAZIALE E POSTPALAZIALE ( queste ve li ricorderete perché sono gli anni degli eventi catastrofici.

L’età prepalaziale (dal 2000 al 1900 a.c circa

Architettura molto importante?

Avete presente il palazzo di Cnosso? Eccone una ricostruzione…

Perché era famoso? Perché era costruito in modo così complesso che si dice sia nata qui la leggenda del labirinto e del Minotauro.

Risultati immagini per palazzo di cnosse

La sala del trono…

Risultati immagini per palazzo di cnosso sala del trono

Come avete visto le opere sono stilizzate, ma non vi è, a differenza dell’arte mesopotamica ed egizia, rappresentazione religiosa.

La decorazione degli ambienti è costituita da lastre di gesso alabastrino e, spesso, da pitture naturalistiche a vivaci colori:

il Raccoglitore di zafferano

Risultati immagini per il Raccoglitore di zafferano

Il Principe dei gigli: Notate che ha lo stesso stile egizio…però da già un sentore in più di mobilità del corpo?

Risultati immagini per il Principe dei gigli

Gli Acrobati su tori di Crosso

Risultati immagini per gli Acrobati tori di Crosso grecia

 

Numerose sono le statuette di bronzo, di terracotta dipinte, di ceramica, di avorio come l’acrobata di Cnosso

Risultati immagini per acrobata di cnosso

Ricche le oreficerie d’oro e argento, le armi incrostate d’oro, argento e pietre preziose, le gemme incise.

Intorno al 1400 ca a.C. i palazzi vennero distrutti probabilmente da invasori greci e da qui..

a Creta (tardo minoico II – miceneo III: ca 1400-1100 a.C.) vi fu la comparsa di nuove forme di architettura come:

il mégaron “miceneo” (sala rettangolare coperta, preceduta da un vestibolo e un’antisala)

Risultati immagini per il mégaron "miceneo"

e dai sarcofagi (lárnakes) dipinti (Haghia Triáda).

 

GLI ACHEI E ARTE MICENEA

Creta aveva già allora una posizione fantastica anche a livello di commercio marittimo

Immagine correlata

Ma nel 1400 a.c dopo una serie di cataclismi (Si pensa ad un enorme terremoto) che la portarono alla deriva, venne conquistata dagli Achei (Miceni) portandola sull’onda della civiltà micenea che proveniva dal continente e che prendeva il nome dalla città di Micene, situata nel peloponneso.

Location map of Peloponnese (Greece).svg

Questa civiltà era vista come composta da grandi guerrieri e navigatori.

LA DIFFICOLTA’ A DARE UNA PRECISA DATA E LUOGO AGLI AVVENIMENTI

Dovete però sapere che è molto difficile stabilire un’esatta data e quindi un salto tra una civiltà all’altra e tra un movimento artistico all’altro…così si chiama CIVILTA’ EGEA per rappresentarla in generale, sapendo che in questo arco di tempo sono tre gli importanti esempi artistici e architettonici scoperti tra l’ 800 e il 900 da:

Il tedesco H. Schliemann (Micene) seguendo la descrizione dei poemi omerici pensava fosse la città di Troia.

Risultati immagini per micene

con la importantissima PORTA DEI LEONI trovata da Kyriakos Pittakis

Risultati immagini per porta dei leoni

Le vedete le mura?

Creta non aveva mura attorno alla città perché si pensava bastasse il mare e il suo esercito via mare per proteggerla, mentre a Micene si vedono delle altissime mura…pensate che dicevano che sembravano così grandi che solo i Ciclopi avrebbero potuto edificarle…la grandezza di queste doveva sì spaventare il nemico, ma anche mostrare la grandezza di chi comandava.

Le tombe a thòlos per i sovrani, questa in particolare detta tomba di Atreo o Agamennone.

E’ interessante il modo in cui è stata costruita l’entrata…notate il modo in cui il peso si scarica?

Risultati immagini per micene tombe a tholos

Risultati immagini per micene tombe a tholos

 

E dove trovarono la MASCHERA DI AGAMENNONE(Re degli Achei): La maschera funeraria…che bisogna tenere a mente in quanto ha una importante differenza rispetto alle maschere egizie.

l’inglese A. Evans (Cnosso): che vedete sopra.

Halbherr e Pernier (Festo, Haghía Triáda).

Immagine correlata

 

Domanda: delle cose viste finora qual è quella che vi piace di più?

Non perdetevi il prossimo articolo! Entriamo nel vortice dell’arte greca!

A-

 

 

 

 

 

 

Storia dell’arte: Preistoria e curiosità

Buon dì a tutti!! 

Questa settimana ho deciso di aprire una nuova rubrica e di portarvi qualche argomento storicamente importante.

Come saprete il mio blog ha una sezione basata sul disegno °^° proprio perché mi piace un casino disegnare e ho pensato di portarvi un po’ di storia dell’arte, illustrazione e fumetto, e iniziare così un nuovo percorso.

Ovviamente sta a voi dirmi che ne pensate! 😛

Vi siete resi conto che di tutto quello che avete studiato anni fa in realtà ricordate ben poco? 

Oggi ho ripreso in mano per curiosità un mio vecchio libro di arte e mi sono divertita nel vedere che proprio durante quelle che erano le ore di arte…il mio libro fosse diventato un bel blocco da disegno xD insomma…odiavo la teoria e amavo la pratica, anche se questo mi ha portato a ricordare poco di tutto quel racconto che sta dietro a un pezzo di storia importante per il nostro mondo.

E così eccoci qui.

Ho deciso per me stessa di tornare a leggere la storia dell’arte e ho pensato di coinvolgervi, cercando di proporvi un argomento che non sia pesante come ve lo propone un insegnante…ma che sia pieno di contenuto e curiosità.

Oggi partirò a parlarvi di….

PREISTORIA

Risultati immagini per flintstones gif

La preistoria è quel periodo che va dall’anno zero all’anno in cui comparirono le prime forme di scrittura, copre più di mille anni.

La comunicazione avveniva esprimendosi tramite una forma rozza di arte che veniva utilizzata a fine magico-religioso.

Le prime forme di arte risalgono:

Al Paleolitico (con la raffigurazione nelle grotte della caccia e oggetti intagliati in ossa e corno)

Risultati immagini per preistoria disegni rupestri

Colui che attua la pittura all’interno delle caverne è considerato uno stregone(Diventato sacerdote poi nel neolitico), le immagini vengono realizzate a scopo propiziatorio durante rituali magici per favorire il buon esito, della caccia o la nascita di figli (E proprio per questo non erano mai in bella vista, ma nascosti nella parte più buia della carna).

Risultati immagini per rito magico

Il Neolitico (costruzioni in pietra megaliti, agricoltura e primi allevamenti)

Le prime costruzioni venivano realizzate con grandi blocchi di pietra dette megalitiche (dal greco mega = grande e litos = pietra).
Le costruzioni più note sono:
I menhir, i dolmen ed i cromlech.
I menhir, grandi massi lunghi conficcati a terra con molta probabilità rappresentavano monumenti funebri in Francia e nelle isole britanniche.
Risultati immagini per menhir
I dolmen, formati da tre pietre impiantate nel terreno e sovrastate da una grande lastra di copertura rappresentavano tombe di uomini eroici. Regioni d’Europa, Nord-Africa e medio Oriente.
Risultati immagini per I dolmen
Il cromlech, massi disposti in cerchi concentrici, veniva forse utilizzato per osservare le varie posizioni del sole con scopi astronomici, presente nei paesi dell’Europa occidentale e dell’Africa settentrionale (il più famoso è quello di Stonehenge, in Gran Bretagna).
Risultati immagini per cromlech

l’Età del Bronzo (con i primi oggetti costruiti in metallo per far si che durassero).

La fioritura della civiltà nuragica in Sardegna.

Il nuraghe, abitazione circolare con piccole finestre a feritoia, è costruito a secco, sovrapponendo pietre squadrate in cerchi via via più stretti, fino a terminare la costruzione come una specie di cupola. Esso costituiva la casa del capo del villaggio, ma in caso di necessità poteva essere sfruttato come rifugio collettivo.

Vi ricordate la leggenda di qualche settimana fa?

La leggenda degli uomini blu e il nurago, il telefono del passato?

Si sa che questo periodo finì attorno a quegli anni in cui si diffusero le prime forme di scrittura…ma non si ha una data esatta, si pensa che fu un periodo che si protrasse più a lungo (Vedi in Sardegna e Grecia).

OPERE DI QUESTO PERIODO

Immagine correlata

 

E voi che ne pensate?

Siccome siamo a inizio mese vi richiedo ti lasciarmi un piccolo voto per far salire il blog!

classifiche

Grazie a tutti!!

A-